15 Febbraio 2019 Alessandra Morrri

Nakupenda Beach – L’isola che non c’è

In swahili significa “Ti amo” e forse questo nome gli è dovuto, dato che è una delle più spettacolari e affascinanti spiagge di Zanzibar.

Un angolo di paradiso che scompare e riappare con la bassa marea, come una vera e propria “isola che non c’è” situata nel bel mezzo dell’Oceano Indiano, uno spettacolo naturale che certamente non si vede tutti i giorni.

Per poterla ammirare bisogna recarsi a Stone Town,  la principale città dell’isola delle spezie, qui a bordo di una delle tante imbarcazioni locali, sarete condotti a destinazione dai beach boys.

Perché è chiamata l’isola che non c’è? Perché al tramonto, il mare si ritrae per effetto della bassa marea, ed è proprio a quel punto che compare Nakupenda, una lingua di sabbia che si protende nel mare di fronte a Stone Town.

Arrivati sull’ isola, potrete consumare direttamente sulla spiaggia dei gustosi pranzetti preparati per voi dall’equipaggio o godervi semplicemente attimi di puro relax in questo angolo di paradiso, ammirando le due correnti che si scontrano all’estremità della lingua di sabbia.